Porto di Porto Torres

Porto di Porto Torres, raggiungi la Sardegna partendo da Civitavecchia con Grimaldi Line e da Genova con Tirrenia.

Il Porto di Porto Torres risale ad epoca Romana, come testimoniano le numerose opere architettoniche ancora visibili nella zona (acquedotti, terme, templi), quando era conosciuto con il nome di “Turris Lybisonis”.

Posizionato al nord-ovest della Sardegna, di fronte al golfo dell’Asinara, è uno snodo marittimo di fondamentale importanza per l’isola sarda, come testimoniano i numeri. E’ infatti il secondo porto della Sardegna per numero di passeggieri che ogni anno vi transitano, grazie anche ai traghetti Tirrenia e Grimaldi Lines da Civitavecchia e Genova che portano ogni anno migliaia di turiste in questa zona. Ma il Porto di Porto Torres è anche il porto sardo numero uno in termini di traffico merci.

Vista ormai la grande espansione nei secoli dello scalo portuale, il Porto Antico e quello industriale sono diventati un unico polo, dove si possono individuare tre principali aree: il Porto Civico destinato alle merci e al transito passeggeri dei traghetti, il Porto Industriali dove transitano navi con carichi liquidi ed infine il Terminal EON per le navi che trasportano combustibili fossili e liquidi.

Il Porto di Porto Torres si può raggiungere in auto tramite la SS 131, seguendo le indicazioni per Porto Torres. Se invece si sceglie il treno ci sono alcuni treni regionali che operano in questa zona. Per i Pulman invece ci sono quelli del servizio extraurbano ARST, che un paio di volte al giorno collegano il porto anche all’aeroporto di Alghero con un viaggio di circa 40 minuti.