Porto di Olbia

Porto di Olbia, raggiungi la Sardegna partendo da Civitavecchia, Livorno, Genova e Piombino con i traghetti Tirrenia, Moby Lines, Sardinia Ferries e Grimaldi Lines.

Il Porto di Olbia, di origini romane, è oggi considerato la vera e propria porta della Costa Smeralda, zona turistica sarda molto richiesta dai turisti. Sono infatti ogni anno più di 4 milioni i turisti / passeggeri che lo usano per raggiungere la Sardegna in traghetto, dai porti di Genova, Civitavecchia, Livorno e Piombino.

Non è solo per il turismo che il porto di Olbia è conosciuto, ma anche per il traffico navale commerciale e industriale grazie al quale è diventato uno dei porti più importanti d’Italia.

Il Porto di Olbia è composto da tre zone principali, ciascuna delle quali adibita ad uno specifico scopo. La zona Cocciani, adibita a scalo industriale e commerciale, situata nella zona nord di Olbia, vede ogni anno transitare circa 6 milioni di tonnellate di merci.

Il Porto interno, coincidente con la parte vecchia di origine romana, dedicato alle imbarcazioni turistiche private. Ed infine l’Isola Bianca, cioè la parte del porto composta di 9 moli e creata per l’attracco di traghetti turistici e navi da crociera.

Raggiungere il Porto di Olbia è semplice, si può fare in auto tramite la SS82 seguendo le indicazioni per la città di Olbia e una volta usciti basterà seguire quelle per il porto.

Se invece si volesse raggiungere Olbia in aereo (aeroporto Costa Smeralda), bisognerà una volta sbrigate le pratiche di sbarco prendere gli appositi bus per il porto.